Nel solco di una tradizione antichissima, ieri sera a Polignano è stata la sera dei FALO' DI SAN GIUSEPPE.

Per la religione l'usanza è nata per ricordare che San Giuseppe patì il freddo nella grotta di Betlemme mentre la narrazione pagana dice che i falò nascono dall'esigenza pratica di bruciare gli arbusti della potatura affidando al fuoco l'abbondanza del raccolto, il benessere degli uomini e degli animali, il compito di allontanare il male. Comunque sia, nel giorno della Festa di San Giuseppe, così vicino al  Solstizio di primavera, si saluta l'inverno e si inizia a respirare il profumo della stagione nuova!

Ieri sera, due cataste di legna sono state preparate il Piazza dell'Orologio e il largo Gelso e alle 19.30, dopo la benedizione di Don Gaetano, sono state accese. Un cerchio di persone era lì a guardare, gli adulti con gli occhi illuminati dal ricordo, i bambini con la sorpresa e la meraviglia.

Noi della l'Associazione Albergatori Polignano abbiamo voluto essere li, con l'Associazione Ristoratori Polignano, la locale Confartigianato, l'Associazione Commercianti Via Sarnelli/Martiri di Dogali, Polignano Made in Love, Mariblù Wedding and Party Planner, e con il Patrocinio del Comune di Polignano, abbiamo organizzato anche uno stand dove poter gustare sapori antichi.

Frittelle, pettole dolci e salate, mandorle salate e ceci cotti nella cenere secondo un'antica ricetta, accompagnati da buon vino rosso, sono stati offerti a tutti coloro che hanno voluto farci compagnia.

La serata è stata anche l'occasione di raccogliere offerte volontarie che saranno donate alla Chiesa matrice di S.Maria Assunta, come piccolo contributo per i necessari lavori di ristrutturazione che hanno causato la chiusura della stessa.

Bellissima esperienza!