L'Associazione Albergatori Polignano è una associazione di categoria, senza scopo di lucro e apolitica, operante ormai da anni nel settore turistico polignanese, costituita nel 2010 con lo "scopo di promozione e la valorizzazione del territorio, delle risorse naturali, culturali e di svago con l'obiettivo di offrire servizi ai nostri ospiti un turismo di qualità".
Il nostro obiettivo è di riunire le strutture ricettive di Polignano a Mare che condividono l'esigenza di strategie comuni, per lavorare insieme alla crescita di Polignano e del suo turismo, giovane e con enormi potenzialità di sviluppo.
Ci incontriamo periodicamente, per confrontarci sui problemi e per ricercare soluzioni che portino miglioramenti alle nostre attività e siamo convinti che il confronto costruttivo e lo scambio di idee siano i mezzi migliori per crescere.

Queste le nostre linee guida:

  • ci confrontiamo con l'Amministrazione per denunciare e portare a soluzione le problematiche connesse al turismo rilevate nel corso della nostra attività
  • collaboriamo con altre Associazioni di categoria del territorio su temi legati al turismo
  • promuoviamo iniziative che possono giovare allo sviluppo delle attività turistiche delle nostre strutture
Il nostro obiettivo è di eliminare, o comunque ridurre, il turismo "mordi e fuggi" con il duplice scopo di destagionalizzare e aumentare la durata media dei soggiorni. Grazie al nostro clima, la Puglia e Polignano a Mare possono diventare la California italiana e avere turisti tutto l'anno.  Il nome di Polignano a Mare è già famoso nel mondo, grazie ad importanti eventi sportivi e  culturali che agiscono come cassa di risonanza, ma per realizzare gli obiettivi indicati è necessario inserire il paese in un contesto più vasto, in un progetto di più ampio respiro. Guardiamo pertanto con molto interesse la recente entrata di Polignano a Mare nel Gal del Sud Est Barese, che rafforza la strategia e allarga i confini, inserendo il paese in un territorio composto da ben 9 comuni e quasi 200mila abitanti, in cui le aree costiere si integrano con quelle interne amplificando cosi le potenzialità dei territori.
Guardiamo con favore l'evidente incremento dei posti letto, in linea con le prospettive che vedono la Puglia favorita sui mercati internazionali, ma chiediamo con forza e convinzione agli organismi preposti l'individuazione e la normalizzazione delle situazioni non ufficiali, convinti che l'abusivismo, favorendo l'evasione fiscale, leda il principio della libera concorrenza nella formazione dei prezzi.
Contiamo così di essere soggetti attivi per la realizzazione del cambiamento  ricercando cosi il "turismo di qualità".

Il presidente
Chiara Montalbò

CONTATTI

allegato : "La Voce del Paese - novembre 2016"